Ricerca Avanzata





Data inizio:

Data fine:

AGRICOLTORI NOVARESI SULLE SPINE

da | 10 Ago 2023 | NEWS

acqua

Gli agricoltori novaresi sono preoccupati per la chiusura del canale Regina Elena e chiedono alla Lombardia di non uccidere i raccolti negando alle campagne l’acqua che c’è.

Il giorno dopo il terremoto dei consorzi, con Est Sesia sul banco degli imputati per non aver ridotto le derivazioni come tutti gli altri e dopo la decisione di interromperle sia in Piemonte, sia in Lombardia si apre la discussione sulla legittimità di questa decisione,

LA RICOSTRUZIONE

“Nonostante la disponibilità idrica di quest’anno e la possibilità di raggiungere la quota consentita di 135 cm. l’altezza massima rilevata dal Lago Maggiore è stata di 123 cm. – ricostruisce una nota di Confagricoltura Novara -. I temporali di questi ultimi mesi hanno fatto ben sperare di non ritrovarci più nella situazione siccitosa del 2022.
Abbiamo osservato il livello del Lago Maggiore diminuire inesorabilmente senza alcuna riduzione; in merito abbiamo appreso le dichiarazioni del Consorzio del Ticino relativamente alle strategie adottate da Est Sesia».

Abbiamo letto che si è decretata una drastica riduzione del Canale Regina Elena. Ciò prevede una diminuzione sino a limitarsi al minimo deflusso vitale. Si presumeva quindi l’interruzione delle irrigazioni per l’areale a nord del Canale Cavour (che vivono grazie al Canale Regina Elena e Diramatore Alto Novarese). C’è il grande rischio di compromettere i raccolti di quella zona, ancora una volta, dopo la grave siccità del 2022.

«Lo stato di crisi idrica oggi impone l’inizio delle turnazioni su due turni per poter irrigare il territorio di competenza del Consorzio Est Sesia. Così in queste turnazioni vengono contemplati anche Diramatore Alto Novarese e Canale Regina Elena. Ci auguriamo sia davvero possibile garantire piena disponibilità idrica per l’erogazione anche a queste dispense».

 

L’ACQUA CI SAREBBE

Il punto in discussione però è questo: «Regione Lombardia, Consorzio del Ticino, sollecitati dai Comuni della riviera del Lago Maggiore, negano la richiesta a proseguire il prelievo della risorsa idrica sino al 10 agosto per problemi di navigazione». Richiesta cui il consorzio del Ticino ha già risposto picche. La Lombardia vuole evitare che l’industria turistica sia danneggiata da un lago troppo basso.

«Ancora una volta – commenta l’Unione Agricoltori di Novara – ci chiediamo quali siano le priorità: acqua per produrre beni alimentari o acqua per produrre energia e consentire la navigazione turistica». Le risposte del territorio nuovamente non si allineano alle esigenze dell’agricoltura. Leggiamo inoltre che viene rimproverato al Consorzio Est Sesia di non aver esercitato le riduzioni sulle derivazioni come il Consorzio Villoresi. Probabilmente è necessario prima allineare gli intenti e siglare in aggregazione quei protocolli d’intesa condivisi tra le parti, dalle buone pratiche agronomiche e irrigue sino alla progettazione di bacini di contenimento».

 

MEDIAZIONE CERCASI

Per lasciare aperta una finestra di dialogo arriva questa chiosa: «Forte è la preoccupazione degli agricoltori che, dopo un anno siccitoso come quello del 2022, non possono permettersi di perdere la produzione della prossima campagna a soli 50 gg. dal raccolto».

«Ancora una volta chiediamo: chiarezza delle regole, programmazione e una comunicazione precisa e puntuale. E’ inammissibile rischiare di non arrivare a raccolto in un’annata di piogge e disponibilità della risorsa idrica”. AAA mediazione cercasi. In tempo utile».

Puoi seguirci anche sui social: siamo presenti su facebookinstagram e linkedin. Se vuoi essere informato tempestivamente delle novità, compila il modulo newsletter e whatsapp presente in home page. Se vuoi leggere ricette e notizie sul riso in cucina trovi tutto su http://www.risotto.us e se vuoi comprare dell’ottimo riso in cascina collegati a http://www.bottegadelriso.it

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter e al servizio Whatsapp!

Informativa sulla Privacy

Informativa sulla Privacy - WhatsApp

Cliccando "Accetto le condizioni" verrà conferito il consenso al trattamento dei dati di cui all’informativa privacy ex art. 13 GDPR. *

* Campo obbligatorio