Ricerca Avanzata





Data inizio:

Data fine:

RISO ANTI TUMORI

da | 17 Giu 2013 | Riso in cucina

Il riso fa bene e mangiarne poco fa decisamente male. Lo sostiene la campagna d’educazione alimentare del Tribunale per i diritti del malato di Napoli, in sinergia con l’Asl Napoli 1 e i medici di famiglia. "La salute – ha detto il promotore Angelo Ambrosino – si difende in primo luogo con un’alimentazione mirata che deve essere equilibrata e varia. E’ importante fare attenzione a riempire il carrello della spesa di vegetali freschi, cereali e zuccheri non raffinati e poi controllare periodicamente i dosaggi delle vitamine e dei sali minerali nel sangue. Il cibo ha, infatti, un ruolo primario ad ogni et… per la prevenzione delle malattie, come dimostra lo studio presentato al seminario". Lo studio in questione Š stato presentato nei giorni scorsi a Napoli ed Š condotto da Renato De Magistris, docente di chirurgia della Seconda Universit… di Napoli, in collaborazione col servizio di analisi cliniche dell’ospedale San Giovanni Bosco guidato dal primario Roberta De Capua con i medici Carmela Romano, Franco Schiano, Olimpia Fattorusso, Alba Iengo. " L’obiettivo – spiega il professor De Magistris – Š stato quello di indagare nel sangue quegli elementi che assumono un significato di previsione di incidenza, secondo le basi della biologia molecolare, delle malattie che non riconoscono un agente infettivo e che sono definite cronico degenerative. Dai processi infiammatori alla malattia neoplastica" . L’indagine ha riguardato tutti gli esami ematici effettuati dal primo novembre del 2004 al 30 aprile 2005 con oltre 300 pazienti sani, non affetti cioŠ da patologie conclamate, che hanno raggiunto il presidio ospedaliero. Studiando la mucosa gastrica e l’origine dei suoi scompensi e di quelli del sangue "si Š potuto constatare – ha spiegato il professor De Magistris – un largo consumo di cibi irritanti per la mucosa gastroenterica: principalmente alcol e spezie, nonch‚ l’abuso di latte, pomodoro, zuccheri semplici e miele, altri elementi lesivi per la flora batterica intestinale. Inoltre, si Š potuto valutare come sia ridotto il consumo di pasta e di riso rispetto ai prodotti e derivati animali. Tali consumi, alla luce delle ricerche di biologia molecolare, rappresentano la premessa per la comparsa delle neoplasie ".

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter e al servizio Whatsapp!

Informativa sulla Privacy

Informativa sulla Privacy - WhatsApp

Cliccando "Accetto le condizioni" verrà conferito il consenso al trattamento dei dati di cui all’informativa privacy ex art. 13 GDPR. *

* Campo obbligatorio