SCAMPATO PERICOLO SULLA CONVERGENZA OBBLIGATORIA

Gli Stati membri potranno continuare a convergere verso una media nazionale o regionale

Scampato pericolo sulla convergenza. Il 30 giugno i negoziatori del Parlamento e del Consiglio hanno raggiunto un accordo parziale sulle modifiche da apportare alla proposta di regolamento sulle disposizioni transitorie dall’attuale politica agricola dell’UE a quella futura. Quest’accordo ricade sulle tasche dei risicoltori e non solo sulle loro per quanto concerne la convergenza interna: la maggioranza dei deputati Comagri era a favore di una piena convergenza entro il 2022 (fine periodo transitorio), come da relazione approvata il 28 aprile 2020 (doc. A9-0101/2020). Ve l’avevamo rivelato in questo articolo. Però, la posizione del Consiglio adottata nel CSA del 6 aprile 2020 (doc. 7245/20) ha confermato la proposta iniziale della Commissione per l’applicazione della convergenza volontaria e nel corso del trilogo del 10 giugno non ha condiviso la proposta di modifica della Comagri, come riporta il testo che riproduciamo nel seguente riquadro (estratto dal documento di negoziato al trilogo) e che recepisce una soluzione che auspicavamo (leggi l’articolo).

TM 27.5.2020:

EP: request to have COM: compulsory internal convergence. Political point for the EP. Council: we did not touch this issue

COM addition:

Council raised the issue of retroactivity of compulsory internal convergence from 2020.

COM explained intention of continuity, no anticipation of the reform, no controversial elements for adoption.

Political point

TM: 10.6.2020:

Council: AM 84-88. The Council maintained the COM proposal to have voluntary internal convergence.

EP: EP text is clear, it’s a political point. Hard to understand reasoning for the initial COM proposal. We haven’t heard good arguments.

COM: Its about the continuity, since in 2019 the internal convergence (tunnel) stopped We wanted to give flexibility for MSs to decide on it. If the relevant EP AM will be accepted, then we will  have an issue of retroactivity. We should leave flexibility for MSs. Allow to do it but not to impose it to MSs.

For claim year 2020, beneficiaries have already submitted an application. So now is too late to have this provision in the Transitional Regulation.

EP: In case of 2 years transition, this point becomes even more important.

Council: Political decision to be taken.

TM: 12.6.2020:

Council, EP: To be discussed at the political level.

Pertanto nell’accordo ha prevalso la posizione del Consiglio: la normativa sul processo legislativo di codecisione prevede che in seguito alla proposta della Commissione nel caso in cui una delle due istituzioni (in tal caso il Consiglio)  legislative condivide pienamente un elemento proposto dalla Commissione senza alcuna modifica, prevale il testo della proposta iniziale della Commissione anche se il Parlamento ha proposto delle modifiche. Per semplificare su tre istituzioni prevale la maggioranza, cioè 2 contro 1. Quindi, per quanto riguarda le modalità proposte dalla Commissione per progredire verso una distribuzione più equa dei pagamenti diretti, gli Stati membri possono continuare a convergere verso una media nazionale o regionale dopo il 2019, anziché passare a un tasso forfettario uniforme (livellamento) o mantenere il valore dei diritti ai livelli del 2019. Essi devono comunicare ogni anno la loro decisione per l’anno successivo. Quando sarà raggiunto l’accordo sul quadro finanziario pluriennale (QFP) 2021-2027, i negoziatori del Parlamento e del Consiglio si incontreranno nuovamente per finalizzare le norme transitorie della PAC per il 2021-2022.

Categorie
Risicoltura
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI