RITOCCHINI AL PSR LOMBARDO (DOCUMENTO DA SCARICARE)

...
fava-300x224Sta creando una certa attesa l’incontro organizzato da Coldiretti Pavia sul Psr lombardo. Un’attesa giustificata dai fatti. La Lombardia è infatti una delle poche regioni in grado di far partire le misure se non che Bruxelles ancora non ha approvato il Psr. «Per ora posso anticipare quello che si dice nell’ambiente e cioè che la Regione intende aprire a brevissimo i bandi superficie, la 10 sui pagamenti climatico-agroambientali, la 11 sull’agricoltura biologica, la 12 sulle indennità delle aree di Natura 2000 e la 13 a favore delle aree svantaggiate di montagna. Tutto il resto lo ascolteremo dalla viva voce dell’assessore Fava, a Mede Lomellina il 7 aprile» ci dichiara Francesca Baccino, la giornalista agricola incaricata da Coldiretti Pavia di presiedere il convegno (http://www.risoitaliano.eu/psr-lombardo-svelato-da-coldiretti/). Sicuramente, qualcosa sta avvenendo. Ad esempio, l‘ultima bozza inviata a Bruxelles dal Pirellone rimodula sostanzialmente alcune misure, rideterminando gli importi dei contributi. In particolare per le misure agroambientali vengono riscritti gli importi dei contributi per gli “impegni supplementari” connessi con le misure per le “produzioni agricole integrate” (10.1.1), per la “conservazione della biodiversità nelle risaie” (i cosiddetti “fossetti delle rane” definiti dall misura 10.1.3) e per l’introduzione di tecniche di “agricoltura conservativa” (10.1.4). Entrando maggiormente nel dettaglio verrebero ridotti i contributi per l’impegno supplementare legato alla pratica del sovescio o di una cover crop che scendono dai 240 euro per ettaro previsti dalla bozza precedente a 180 euro per ettaro. Per contro aumentano da 145 a 190 euro per ettaro i contributi concessi a chi aderirà all’ impegno supplemenatare per la sommersione invernale delle risaie. Rimarrebbe invariato a 40 euro per ettaro l’ importo del contributo supplementare per il mantenimento delle stoppie in risaia connesso con la misura dei “fossetti”. Sembrerebbe quindi che Regione Lombardia voglia spostare l’attenzione dalla pratica del sovescio (su cui c’ era molta attesa da parte dei risicoltori e che con gli importi così rideterminati potrebbe non risultare “appetibile” come prima, anche in considerazione del costo spesso elevato della semente della “cover”) a quella della sommersione invernale, che inizialmente sembrava non suscitare grandissimo interesse proprio a causa dei maggiori costi che le aziende avrebbero dovuto sostenere per l’ approvvigionamento idrico nella stagione jemale. Per chi volesse leggere la bozza del Psr lombardo è possibile scaricarla QUI. (04.04.15)
Categorie
Risicoltura
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI