PRESTITI DI CONDUZIONE IN PIEMONTE

FacebookLinkedinTwitterWhatsAppPrintEmailIl Piemonte soccorre gli agricoltori in affanno con due nuovi bandi dell’assessorato all’agricoltura, che vengono in aiuto a imprenditori agricoli singoli o associati e alle cooperative agricole per i...

ferreroIl Piemonte soccorre gli agricoltori in affanno con due nuovi bandi dell’assessorato all’agricoltura, che vengono in aiuto a imprenditori agricoli singoli o associati e alle cooperative agricole per i prestiti di conduzione familiare. Il prestito di conduzione, della durata massima di un anno, ha lo scopo di anticipare i capitali necessari per far fronte ai costi sostenuti nei cicli produttivi aziendali, in attesa dei conseguenti ricavi. Il contributo negli interessi a carico della Regione Piemonte attraverso i due bandi è pari all’1% per le imprese ubicate in zona di pianura o di collina e all’1,5% per quelle ubicate in zona di montagna. Esso è aumentato di 0,30 punti percentuali nel caso in cui almeno il 50% dell’importo del prestito sia assistito da garanzia prestata da confidi.Questi bandi rientrano nel cosiddetto Piano Verde: la D.G.R. n. 11-5559 del 25/3/2013 ha approvato il “Piano Verde – Programma regionale per la concessione di contributi negli interessi sui prestiti contratti da imprenditori agricoli singoli od associati e dalle cooperative agricole per esigenze di conduzione aziendale. L.R. n. 63/78, art. 50. La D.D. n. 234 del 20/04/2015 ( SCARICA IL TESTO CLICCANDO QUI) ha approvato il bando e le istruzioni operative per imprenditori agricoli singoli ed altre forme associate composte da meno di cinque imprenditori agricoli. L’importo ammissibile a prestito – minimo € 5.000,00 e massimo € 80.000,00 – è determinato sulla base dei parametri economici prefissati per ciascuna coltura e produzione zootecnica inserita nel fascicolo aziendale. Sono state stanziate risorse per € 330.000,00 che consentiranno il finanziamento di prestiti di conduzione per oltre 32 milioni di euro. Il bando scade il 29 maggio prossimo. La D.D. n. 240 ( SCARICA IL TESTO CLICCANDO QUI) del 22/04/2015 ha approvato bando e le istruzioni operative per cooperative agricole e da altre forme associate composte da almeno di cinque imprenditori agricoli. L’importo ammissibile a prestito tiene conto sia dei costi di gestione sostenuti per l’attività svolta sia del tempo medio di esposizione del capitale anticipato stabilito in relazione alla durata del ciclo produttivo e di commercializzazione dei prodotti ottenuti. Nel caso di rinnovo, l’importo ammissibile a prestito non può superare la media aritmetica delle operazioni di prestito del precedente triennio. Sono state stanziate risorse per € 700.000,00 che consentiranno il finanziamento di prestiti di conduzione per circa 66 milioni di euro. Il bando scade il 31 dicembre prossimo. Attualmente, la dotazione è di 400mila euro, ma a settembre saranno disponibili gli altri 300mila. «I due bandi – commenta l’assessore regionale all’agricoltura Giorgio Ferrero (foto piccola) – vogliono aiutare agricoltori singoli o associati e le cooperative che accendono prestiti per la conduzione familiare. E’ un segno dell’attenzione e del sostegno che l’assessorato ha nei confronti dell’agricoltura piemontese e dei problemi che affronta in un momento non certo facile». (23.04.15)

Categorie
Norme e tributiRisicoltura
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI