NUOVI LIMITI EUROPEI PER I RESIDUI

La Commissione introduce modifiche anche per bispyribac e lambda-cialotrina
Si è riunito qualche giorno fa il Consiglio agricoltura e pesca del Parlamento Europeo: nella sessione pubblica ha proceduto a uno scambio di opinioni sul pacchetto di riforma della Pac, con un’attenzione particolare alla proposta del “nuovo modello di attuazione” nell’ambito del progetto di regolamento sui piani strategici della Politica agricola comune. Il dibattito si è basato su un documento di riferimento della presidenza rumena che invitava i ministri a rispondere alle domande sulla frequenza degli obiettivi intermedi e sulla valutazione delle prestazioni e sugli importi unitari per gli interventi non-area / basati sugli animali.  Riguardo alla questione della frequenza, la maggior parte delle delegazioni ha espresso dubbi sugli obiettivi con cadenza annuale e ha preferito le tappe biennali o la possibilità di fissare obiettivi intermedi solo a metà e alla fine del periodo di attuazione. Solo alcune delegazioni hanno concordato un traguardo annuale e un riesame annuale delle prestazioni, come proposto dalla Commissione.

Tra le decisioni del Consiglio, va ricordato che sono stati modificati i livelli massimi di residui per vari agrofarmaci: Il Consiglio ha deciso di non opporsi all’adozione di tre regolamenti della Commissione che modificano gli allegati II, III e IV del regolamento n. 396/2005 per quanto riguarda i livelli massimi di residui per:

– bispyribac (utilizzato come giavonicida nel riso), denatonium benzoato, fenoxycarb, flurocloridone, quizalofop-P-etile, quizalofop-P-tefuryl, propaquizafop, tebufenozide (8034/19 + 8034/19 ADD 1 + 8034/19 ADD 2)
– aclonifen, Beauveria bassiana ceppo PPRI 5339, Clonostachys rosea ceppo J1446, fenpirazamina, mefentrifluconazolo e penconazolo (8132/19 + 8132/19 ADD 1 + 8132/19 ADD 2)
– amminopiralid, captan, cazofamid, flutianil, kresoxim-metile, lambda-cialotrina (usato come insetticida nel riso), mandipropamid, piraclostrobin, spiromesifen, spirotetramato, teflubenzuron e tetraconazolo (8139/19 + 8139/19 ADD 1 + 8139/19 ADD 2) in o su determinati prodotti. Autore: Manuela Indraccolo

Categorie
Tecnica
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI