Ricerca Avanzata





Data inizio:

Data fine:

SI RICOMINCIA A SOFFRIRE

da | 16 Apr 2024 | NEWS

Nelle sedute di borsa di lunedì e martedì l’industria rimane poco interessata all’acquisto di gran parte delle varietà. La spinta ribassista esercitata dai compratori provoca diversi deprezzamenti nelle borse di Novara e Vercelli, simili ma non identici a quelli visti venerdì a Mortara (leggi). Listino di Milano non pubblicato entro la serata di martedì, sebbene la seduta di borsa si sia tenuta regolarmente.

CALI CONFERMATI PER TONDI E LUNGHI A DA PARBOILED

I comparti in maggiore sofferenza continuano ad essere i tondi generici ed i lunghi A da parboiled. In entrambi, come sappiamo, ad influire vi sono disponibilità trasferibili maggiori rispetto alla media e prospettive di semina in deciso aumento. Questo dato è anche riconducibile all’inserimento delle nuove varietà con tecnologia Provisia nella risicoltura italiana, che nella campagna 2024 interesseranno per lo più questi gruppi merceologici. Si conferma il calo della quotazione a 45 €/q lordi per Sole, con prezzi omologhi nei listini di Novara e Vercelli. Per le altre varietà anche questa valutazione sembra essere maggiore delle offerte reali dell’industria, che si collocano per lo più tra 42 e 43 €/q lordi. Queste, tuttavia, non vengono corrisposte dai risicoltori, portando ad un prezzo stabile ma con dicitura nominale.

Nel mercato dei “tipo Ribe” risulta difficile anche vendere ai 47/48 €/q lordi riportati nei nuovi listini. Le offerte delle riserie sono spesso inferiori, specie per alcune varietà. Anche per le voci dedicate ai risi di maggior pregio destinati allo stesso mercato l’interesse della domanda è poco, compreso CL 007, meno richiesto rispetto alle sedute di marzo. In questo caso, però, anche la disponibilità di merce non è ormai molta per questo le commissioni prezzi piemontesi decidono di optare per la non quotazione, con l’eccezione di Leonardo a Novara.

LUNGHI B OLTRE I 50 €/Q LORDI, MERCATO INTERNO COMPLESSO

Le notizie positive in termini di richiesta arrivano sempre dai tondi da sushi e, soprattutto, dai lunghi B. Risi poco disponibili e con prospettive di semina in calo che in questa campagna faticano ad essere sostituiti con merce estera. Dopo le voci ad oggi disattese di passi avanti per Selenio viste alcune settimane fa, negli ultimi mercati sembra che per gli “indica” si possa strappare prezzi anche maggiori degli ormai consolidatissimi 50 €/q lordi. Vedremo se in questo caso tali voci porteranno anche ad apprezzamenti ufficiali.

Più complesso il mercato interno, dove le variazioni viste venerdì non sono del tutto confermate. Il gruppo Carnaroli vede Classico scendere a 60 €/q lordi in entrambe le sedi, venerdì la quotazione era più bassa. All’atto pratico gli scambi per questo riso sono pochi, essendo poche le partite in vendita, e non è chiaro quale sia il prezzo. Similari sempre fermi a 52 €/q lordi, con qualche difficoltà in più ad ottenere tale cifra per i risi che non siano Caravaggio. Gruppo Arborio invariato in entrambi i listini. Prezzi visti anche per gran parte degli scambi conclusi, come nelle settimane passate, mentre le poche con qualità merceologica ottimale riescono ancora ad ottenere 1/2 € in più. Roma e similari si allineano alla valutazione di Mortara a Novara ma non a Vercelli. Questa discrepanza all’atto pratico trova la sua soluzione a metà, con scambi a 57/58 €/q. Autore: Ezio Bosso. Lunghi A

Puoi seguirci anche sui social: siamo presenti su facebook, e linkedin. Se vuoi essere informato tempestivamente delle novità, compila il modulo newsletter e whatsapp presente in home page. Se vuoi leggere ricette e notizie sul riso in cucina trovi tutto su http://www.risotto.us e se vuoi comprare dell’ottimo riso in cascina collegati a http://www.bottegadelriso.it

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter e al servizio Whatsapp!

Informativa sulla Privacy

Informativa sulla Privacy - WhatsApp

Cliccando "Accetto le condizioni" verrà conferito il consenso al trattamento dei dati di cui all’informativa privacy ex art. 13 GDPR. *

* Campo obbligatorio