Ricerca Avanzata





Data inizio:

Data fine:

QUESTI PREZZI NON CONVINCONO

da | 20 Gen 2024 | NEWS

LunghiA

Prezzi e contesto di mercato rimangono stabili nella seduta di borsa di ieri mattina a Mortara. Le uniche variazioni espresse dal listino sono l’allineamento dei lunghi A da parboiled ai 50 €/q lordi visti martedì (leggi) ed una piccola correzione dei similari di Carnaroli.

SI PREVEDE STABILITÀ

I prezzi in questo momento non convincono gli agricoltori ma l’industria non sembra disposta a tornare ad offrire i massimi visti in questa campagna. Questo fa si che gli scambi restino poco numerosi. Voci di offerte economiche leggermente migliori del listino, sebbene con pagamenti lunghi, si sono percepite proprio per l’unico gruppo deprezzato, i lunghi A tipo Ribe. Al contrario per i tondi generici alcune riserie hanno iniziato a proporre non più di 45 €/q lordi a 60 giorni per alcune varietà.

Al netto di queste possibili variazioni in arrivo, il contesto di mercato sembra suggerire che i livelli di prezzo attuali possano rimanere il riferimento nel prossimo futuro. Ciò alla luce di disponibilità trasferibili ancora elevate che tuttavia si equilibrano con un contesto complesso a livello internazionale, per produzione e commercio. Le riserie, inoltre, non solo sembrano riaffacciarsi all’acquisto con le quotazioni attuali ma in alcuni casi propongono contratti di coltivazione per il futuro raccolto sulla base di valutazioni in linea con i listini attuali.

COSA FAVORISCE IL MERCATO DEI LUNGHI B? LUNGHI A

La varietà maggiormente richiesta rimangono i lunghi B. Per questi risi ad influire sono in primis due andamenti, proposti da Enrico Losi nel suo intervento agli incontri tecnici di Ente Nazionale Risi (approfondisci). Uno è il calo nelle importazioni che si sta verificando in questa campagna, che segue quello già registrato nella scorsa. Tale contrazione è scaturita principalmente dalla forte diminuzione di import dai Pma (-19%), soprattutto dal Myanmar, nonostante l’assenza di dazio. Ciò è dovuto a molteplici fattori tra cui prezzi più elevati sui mercati internazionali, difficoltà nei trasporti e maggiori restrizioni per il prodotto importato.

L’altro è la crescita di domanda per questi risi nel nostro Paese. Questa si evince dalla crescita nel collocamento dei lunghi B anche nell’ultimo bilancio, dove il dato complessivo era in calo. L’immigrazione e i cambiamenti delle abitudini alimentari degli italiani, maggiormente globalizzati, stanno probabilmente spingendo questo trend.

COLDIRETTI PREOCCUPATA DAI PIRATI HOUTHI

L’esperto di mercato di Ente Risi sottolinea anche il dato negativo relativo alle esportazioni, anche in questo caso seguente di un ulteriore calo avuto lo scorso anno. Questo potrebbe acuirsi ancor di più prossimamente, alla luce delle difficoltà di commercio emerse ultimamente nel Mar Rosso. Cristina Brizzolari, presidente di Coldiretti Piemonte, ha affermato in un recente comunicato stampa che l’allungamento delle rotte marittime verso oriente, a causa degli attacchi degli Houthi e della necessità di circumnavigare l’Africa, ha causato un notevole aumento dei costi per l’esportazione. I costi di trasporto sulla rotta Mediterraneo-Cina sono quadruplicati e per raggiungere l’India si impiegano oltre quaranta giorni anziché ventotto. Coldiretti chiede un intervento rapido per superare le barriere non tariffarie e affrontare questa crisi, che minaccia di paralizzare il traffico marittimo e danneggiare l’economia internazionale. Autore:Ezio Bosso.

Puoi seguirci anche sui social: siamo presenti su facebookinstagram e linkedin. Se vuoi essere informato tempestivamente delle novità, compila il modulo newsletter e whatsapp presente in home page. Se vuoi leggere ricette e notizie sul riso in cucina trovi tutto su http://www.risotto.us e se vuoi comprare dell’ottimo riso in cascina collegati a http://www.bottegadelriso.it

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter e al servizio Whatsapp!

Informativa sulla Privacy

Informativa sulla Privacy - WhatsApp

Cliccando "Accetto le condizioni" verrà conferito il consenso al trattamento dei dati di cui all’informativa privacy ex art. 13 GDPR. *

* Campo obbligatorio