Ricerca Avanzata


Data inizio:
Data fine:

LA PIOGGIA NON BASTA AL RISO

Andalusia
Le piogge non sono sufficienti a scongiurare il rischio di siccità nella zona del Guadalquivir, una delle aree risicole più importanti della Spagna. La gestione dell’acqua irrigua continua ad assillare la risicoltura del territorio: il presidente della Confederazione Idrografica del Guadalquivir (CHG), Joaquín Páez, ha avvertito che il bacino, attualmente poco sopra il 40% della sua capacità, è ancora in allarme siccità. Inoltre, se non pioverà di più nel resto della primavera e quest’estate, il 30 settembre si tornerà allo stato di emergenza. LEGGI L’ARTICOLO QUI

IL SOLLIEVO DELLE PIOGGE DI PASQUA

In un incontro organizzato questo martedì da Cadena Ser, il presidente del CHG ha apprezzato il sollievo portato dalle piogge di Pasqua. Queste ultime hanno permesso all’irrigazione di avere due terzi della sua normale disponibilità d’acqua per questa campagna irrigua e garantisce anche l’approvvigionamento idrico (uso umano) per quattro o cinque anni.

La situazione del bacino garantisce il riempimento delle vasche che dipendono dal sistema della Confederazione del Guadalquivir, secondo Páez. Costui ha evitato di polemizzare con la Giunta su questo tema in vista delle possibili restrizioni in altre demarcazioni di competenza regionale.

Ha difeso la gestione efficiente e affidabile dell’acqua nel bacino del Guadalquivir, che controlla un quarto delle terre irrigate della Spagna con quasi 900.000 ettari, e ha ricordato che tempo fa si era deciso che le terre irrigate non sarebbero estese. Poi, si è confermato che questa continua ad essere la “pietra miliare della pianificazione”.

Ha inoltre affermato che il CHG – che dipende dal Ministero per la Transizione Ecologica – ha realizzato opere che ha quantificato in 57 milioni di euro per 23 iniziative di emergenza realizzate o in corso, mentre ha messo in dubbio il fatto che il Governo andaluso abbia speso 1,5 miliardi di euro per opere idrauliche.

RIEMPIMENTO DEI BACINI ANDALUSI

La pioggia ha portato qualche beneficio, ma non è ancora sufficiente. Infatti, i bacini andalusi hanno guadagnato un totale di dodici ettometri cubi nell’ultima settimana. Pertanto, la riserva idrica è al 43,8% della sua capacità e ospitando 4.862 hm3 di acqua in totale, secondo i dati forniti dal Ministero per la Transizione Ecologica e la Sfida Demografica (Miteco).

Con queste cifre, il totale ha già superato la riserva idrica registrata nello stesso periodo dell’anno scorso, quando era al 23,2%, anche se questi dati sono lontani dalla media degli ultimi dieci anni, che colloca la riserva idrica al 57,4% della sua capacità.Così, nell’ultima settimana, l’acqua immagazzinata nei serbatoi del bacino del Guadalquivir è salita al 47,2%, con un totale di 3.792 ettometri cubi, mentre quella del bacino mediterraneo andaluso è salita al 31,4%, con un totale di 369 hm3, anche se va notato che è l’unico bacino che non ha ancora raggiunto i livelli dello scorso anno, quando aveva 418 hm3.

 

Puoi seguirci anche sui social: siamo presenti su facebook, e linkedin. Se vuoi essere informato tempestivamente delle novità, compila il modulo newsletter e whatsapp presente in home page. Se vuoi leggere ricette e notizie sul riso in cucina trovi tutto su http://www.risotto.us e se vuoi comprare dell’ottimo riso in cascina collegati a http://www.bottegadelriso.it

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter e al servizio Whatsapp!

Informativa sulla Privacy

Informativa sulla Privacy - WhatsApp

Cliccando "Accetto le condizioni" verrà conferito il consenso al trattamento dei dati di cui all’informativa privacy ex art. 13 GDPR. *

* Campo obbligatorio