Ricerca Avanzata





Data inizio:

Data fine:

KIM: ABBIAMO FAME

da | 14 Ago 2021 | Internazionale

Il leader nordcoreano Kim Jong Un ha ammesso che il suo paese affronta la “peggiore crisi di sempre” a causa della pandemia e di altre difficoltà; tra queste anche una possibile terribile carenza di cibo, come spiega Gaotrade nel suo rapporto settimanale The Rice. I commenti del leader supremo hanno segnato la terza volta dall’inizio dell’anno che ha descritto uno stato di cose negativo nel paese. Nelle sue recenti osservazioni, Kim ha paragonato la pandemia in corso alla carestia nordcoreana del 1994, tradizionalmente descritta da fonti ufficiali come la “marcia ardua” del paese, in cui milioni di nordcoreani persero la vita.

Il paese ha in gran parte sigillato il suo confine con la Cina, e gli scambi commerciali tra le due nazioni sono scesi precipitosamente nella prima metà del 2021. Le esportazioni cinesi a Pyongyang sono diminuite di circa l’85% dai loro livelli pre-pandemia, a 56,7 milioni di dollari. La Corea del Nord sta rilasciando riserve militari di emergenza di riso mentre la sua carenza di cibo peggiora, ha affermato martedì l’agenzia della Corea del Sud, anche a seguito di un’ondata di calore e la siccità che riducono la fornitura del paese. I problemi alimentari segnalati dalla Corea del Nord sono in corso mentre la sua economia moribonda continua ad essere colpita dalla prolungata pandemia di covid-19. Mentre la fame di massa e il caos sociale non sono stati confermati, gli osservatori si aspettano un ulteriore deterioramento della situazione alimentare della Corea del Nord fino al raccolto autunnale. Il prezzo del riso, il raccolto più importante nel Paese, è raddoppiato dall’inizio di quest’anno. Il prezzo si è brevemente stabilizzato a luglio prima di salire di nuovo, La Corea del Nord ha adottato misure di prevenzione delle inondazioni nelle principali aree agricole del sud-ovest del paese, nel tentativo di minimizzare i danni alla produzione ia fronte delle previsioni di forti acquazzoni. Sono state prese misure di emergenza per prevenire i danni delle inondazioni nei campi delle cooperative nella contea di Jaeryong, seondo il Rodong Sinmun, l’organo del partito di governo del Nord.

Gli sforzi contro le inondazioni sono stati seriamente intrapresi fondamentalmente per prevenire l’inondazione delle aree agricole nella contea di Anak. Le contee situate nella provincia meridionale di Hwanghae sono note come importanti aree di produzione di riso. Varie misure anti-inondazione, come la sistemazione di serbatoi e torrenti, sono state adottate anche a Sariwon, Hwangju e altre aree della provincia settentrionale di Hawnghae, secondo il giornale di partito. Le province di Hwanghae si trovano nella regione sud-occidentale del paese e sono state tra quelle duramente colpite dai tifoni e dalle inondazioni della scorsa estate. La Corea del Nord è nota per la carenza cronica di cibo, che sembra essere stata aggravata dalle inondazioni dell’anno scorso. A giugno, il leader nordcoreano Kim Jong-un ha riconosciuto che il paese sta affrontando una notevole carenza di cibo. Gli esperti affermano che la Corea del Nord ha bisogno di produrre circa 5,5 milioni di tonnellate di cibo ogni anno per nutrire la sua popolazione. In precedenza Seul ha ricordato che il Nord potrebbe affrontare una carenza di cibo pari a circa 1,3 milioni di tonnellate quest’anno.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter e al servizio Whatsapp!

Informativa sulla Privacy

* Campo obbligatorio