Ricerca Avanzata


Data inizio:
Data fine:

FERMARE ETERANTERE E CRODO AI PRIMI STADI

da | 27 Nov 2023 | NEWS, Prodotti in campo

crodo

Da ormai diversi anni Adama, società leader nella difesa delle colture e nella lotta alle malerbe, collabora con la statunitense RiceTec per il progetto Fullpage/Postscript, abbinamento tra un ibrido di riso e un erbicida specifico, in grado di contrastare efficacemente infestanti quali Eterantere e Riso crodo. Lanciati per la prima volta quattro anni fa negli Stati Uniti, l’ibrido Fullpage Rice Cropping e l’erbicida Postscript 80 hanno subito dato prova di eccellente sinergia, portando a risultati che gli stessi risicoltori definiscono sorprendenti, quali facile ripresa del riso dopo un trattamento in condizioni di stress, miglior risposta all’intervento erbicida, elevate produzioni e assenza totale o quasi di infestanti nella risaia. Oggi, Adama ha aggiornato la formulazione del suo Postscript 80 abbinandolo a un coadiuvante specifico, Powerfilm, e creando così Postscript 80 XL, ancora più efficace in determinate situazioni. Vediamo però, per prima cosa, in cosa consistono i due prodotti. 

UN IBRIDO PER PRODURRE DI PIU’ CRODO

Ricetec è una società nata negli Stati Uniti 35 anni fa, a opera della Farms of Texas Company. Da allora ha promosso tecnologie innovative in risicoltura, lanciando il suo primo ibrido nel 1999, grazie al lavoro del centro di ricerca di Alvin, Texas, dove ha sede l’azienda. FullPage Rice Crop Solutions è un progetto messo a punto in collaborazione con Adama e introdotto per la prima volta negli Stati Uniti nel 2019. Si basa su due ibridi specifici, ECCO975FP ed ECCO985FP, sviluppati per avere, oltre a un’elevata produttività e un’eccellente capacità di competere con le malerbe, un’alta tollerabilità verso gli erbicidi IMI (Imidazolinoni). Nello specifico, i due ibridi sono stati creati per essere impiegati con Postscript 80 e ora, ovviamente, con il suo erede Postscritp 80 XL. 

I VANTAGGI DEL RISO IBRIDO

L’utilizzo di ibridi in luogo delle varietà si è ampiamente diffuso in Cina e Stati Uniti e sta lentamente prendendo piede anche in Italia, il principale Paese produttore di riso d’Europa, con circa 210mila ettari di risaie (in calo per il secondo anno consecutivo, a causa delle scarse piogge). Gli ibridi, generalmente, vantano produzioni superiori rispetto ai risi naturali, maggior tolleranza alla carenza idrica oltre a essere maggiormente resistenti alle malattie fungine e più competitivi nella lotta per i nutrienti con le principali infestanti. La loro arma principale è tuttavia la miglior tolleranza ai trattamenti fitosanitari ed erbicidi in particolare, che li rende in grado di recuperare più rapidamente dopo un intervento e arrivare con un miglior sviluppo vegetativo alla formazione della spiga. Tutto ciò si traduce in una produzione nell’ambiente italiano che può arrivare a 120 quintali per ettaro con questi ibridi di ultima generazione. (Prosegue dopo il video)

SPECIFICI PER POSTSCRIPT 80 XL CRODO

È il caso di ECCO975FP ed ECCO985FP, che abbinati all’erbicida Postscript 80 XL vantano un incremento produttivo dell’otto per cento rispetto agli ibridi di vecchia generazione. Questi semi sono infatti i più moderni in termini di ricerca genetica e possiedono elevato potere detossificante nei confronti dell’erbicida Postscript® 80  e Postscript 80 XL. Dopo il trattamento, la coltura ritorna verde più rapidamente e fornisce una maggiore produzione finale rispetto agli ibridi di precedente generazione.

Più nel dettaglio, ECCO975FP è un medio-precoce introdotto su larga scala nella passata campagna risicola e oggi riproposto in virtù dei suoi positivi risultati in una stagione difficile come il 2022. Si tratta di un ibrido eccezionalmente flessibile e dunque adatto a semine ritardate, che consentono efficaci trattamenti erbicidi in presemina. Manifesta inoltre elevata capacità di accestimento, sviluppo radicale che lo rende resistente agli stress idrici, alta competitività con le infestanti, resistenza alle patologie fungine, efficienza di utilizzo dell’azoto (non occorrono concimazioni elevate per ottenere alte produzioni), tolleranza alla carenza idrica e capacità di detossificare le molecole erbicide, in particolare della famiglia Imidazolinoni (IMI). 

ECCO985FP è invece un ibrido di nuova realizzazione, testato lo scorso anno in diversi areali, con un ciclo di 5 gg più lungo. Vanta un altissimo potenziale produttivo, alta resistenza a stress e malattie e buona competizione con le infestanti, oltre, naturalmente, a un’alta tolleranza verso gli erbicidi IMI. 

POSTSCRIPT 80 XL

Postscript 80 XL è l’innovativo erbicida di Adama a base di Imazamox (80 g/l), per il controllo di Riso Crodo e altre infestanti dannose per il riso. La sua azione si sviluppa tramite assorbimento fogliare e radicale; successivamente è traslocato verso i meristemi dei germogli e delle radici, dove causa arresto della crescita e ingiallimento. Il completo disseccamento delle piante può manifestarsi anche dopo soli 10 giorni dall’applicazione. È efficace sia su infestanti a foglia larga, che su graminacee. Secondo etichetta ministeriale, manifesta la sua azione su Eterantere, Sanguinella (Digitaria sanguinalis) e Riso crodo (Oryza sativa), ma si dimostrano moderatamente sensibili anche Ammannia arrossata (Ammannia coccinea), Eterantera a fiori bianchi (Heteranthera reniformis), Giavone rosso (Echinochloa crus-galli), Poligono persicaria (Persicaria maculosa), Vandellia delle risaie (Lindernia dubia). 

Con la nuova formulazione, Postscript 80 XL si utilizza in abbinamento al coadiuvante Powerfilm (Olio di colza metilestere 440 g/l), che migliora la bagnatura e facilita la penetrazione del prodotto all’interno dei tessuti vegetali. La dose d’impiego per Powerfilm è di 1-2 l/ha. 

Postscript 80 XL, come già Postscript 80, è inoltre l’unico erbicida creato specificamente per il Sistema FullPage. Questi ultimi sono in grado di sopportare molto bene il trattamento, riducendo il rischio di risposta durante condizioni di crescita stressanti e situazioni di sovrapposizione e erroneo sovradosaggio. Ne deriva una più rapida ripresa della pianta, con conseguente maggior produzione al momento della raccolta. 

TRATTAMENTI E STRATEGIE AGRONOMICHE

Per ottenere il miglior risultato possibile si consigliano due applicazioni di Postscript 80 XL in abbinamento a Powerfilm. Il primo allo stadio di 2-4 foglie, per risi seminati sia in acqua, sia in asciutta, e il secondo dopo circa 20 giorni. In entrambi i casi è necessario irrigare o sommergere la risaia entro 2-4 giorni dal trattamento. I risultati migliori si ottengono applicando Postscript 80 XL più Powerfilm su infestanti ai primi stadi di sviluppo e in fase di crescita. 

Per massimizzare l’efficacia del trattamento sono inoltre consigliate le consuete misure agronomiche di contenimento delle infestanti: eliminazione delle piante superstiti per ridurre i rischi che si sviluppino resistenze, adeguate rotazioni e false semine per limitare la diffusione del Riso crodo. Per saperne di più clicca qui.(IP)

Puoi seguirci anche sui social: siamo presenti su facebookinstagram e linkedin. Se vuoi essere informato tempestivamente delle novità, compila il modulo newsletter e whatsapp presente in home page. Se vuoi leggere ricette e notizie sul riso in cucina trovi tutto su http://www.risotto.us e se vuoi comprare dell’ottimo riso in cascina collegati a http://www.bottegadelriso.it

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter e al servizio Whatsapp!

Informativa sulla Privacy

Informativa sulla Privacy - WhatsApp

Cliccando "Accetto le condizioni" verrà conferito il consenso al trattamento dei dati di cui all’informativa privacy ex art. 13 GDPR. *

* Campo obbligatorio