DISERBI VIETATI IN LOMBARDIA

Elenco dei prodotti vincolati provincia per provincia. Alcuni anche nella risicoltura

Il Piano di azione regionale per l’uso sostenibile dei prodotti fitosanitari (PAR) della Lombardia prevede dei vincoli di utilizzo (misure di mitigazione), obbligatori a partire dal 15 marzo 2019, di alcuni principi attivi e li differenzia per provincia. Li elenchiamo di seguito.

BENTAZONE

1) divieto, su tutto il territorio regionale, di utilizzare la sostanza attiva per i programmi di diserbo del riso; 2) ammesso l’utilizzo di prodotti fitosanitari contenenti Bentazone al massimo sul 50% della SAU aziendale (rappresentata dalla somma delle colture su cui la sostanza attiva è autorizzata) e riduzione della deriva del 30%; tale misura è prevista per la sola provincia di Pavia.

FLUFENACET

1) annualmente, ammesso l’utilizzo di prodotti fitosanitari contenenti Flufenacet al massimo sul 70% della SAU aziendale, rappresentata dalla somma delle colture su cui la sostanza attiva è autorizzata, indipendentemente dall’epoca in cui viene distribuito e dalla concentrazione con cui la sostanza attiva è presente nel formulato. La misura è prevista per le province di Lodi e Milano.

GLYPHOSATE

1) annualmente ammesso l’utilizzo della sostanza attiva al massimo sul 50% della SAU aziendale; 2) annualmente ammesso l’utilizzo della sostanza attiva al massimo sul 70% della SAU aziendale, per le aziende risicole ricadenti in provincia di Pavia, nei programmi di contenimento del riso crodo, in associazione alla tecnica della falsa semina; 3) annualmente ammesso l’utilizzo della sostanza attiva al massimo sul 70% della SAU aziendale, esclusivamente per le aziende che aderiscono all’operazione del Programma di Sviluppo Rurale 10.1.04 “Agricoltura conservativa”; 4) riduzione della deriva del 30%.

METOLACHLOR/S-METOLACHLOR

1) annualmente, ammesso l’utilizzo di prodotti fitosanitari contenenti Metolachlor / SMetolachlor al massimo sul 70% della SAU aziendale, rappresentata dalla somma delle colture su cui la sostanza attiva è autorizzata, indipendentemente dall’epoca in cui sono distribuiti e dalla concentrazione con cui la sostanza attiva è presente nel formulato; 2) riduzione della deriva del 30. La misura è prevista per le province di Milano, Monza Brianza, Cremona, Mantova, Brescia e Pavia.

OXADIAZON

1) annualmente, ammesso l’utilizzo di prodotti fitosanitari contenenti Oxadiazon al massimo sul 50% della SAU a riso gestita con la tecnica della semina interrata a file con irrigazione turnata; 2) riduzione della deriva del 30%.

SULCOTRIONE

1) annualmente, ammesso l’utilizzo di prodotti fitosanitari contenenti Sulcotrione al massimo sul 70% della SAU aziendale, rappresentata dalla somma delle colture su cui la sostanza attiva è autorizzata, indipendentemente dall’epoca in cui sono distribuiti e dalla concentrazione con cui la sostanza attiva è presente nel formulato; 2) riduzione della deriva del 30%. La misura è prevista per le province di Milano, Lodi e Pavia.

TERBUTILAZINA

1) annualmente, ammesso l’utilizzo di prodotti fitosanitari contenenti Terbutilazina al massimo sul 70% della SAU aziendale, rappresentata dalla somma delle colture su cui la sostanza attiva è autorizzata, indipendentemente dall’epoca in cui sono distribuiti e dalla concentrazione con cui la sostanza attiva è presente nel formulato; 2) riduzione della deriva del 30%. La misura è prevista per le province di Milano, Lodi, Cremona, Bergamo, Brescia, Mantova e Monza Brianza.

ESTERI FOSFORICI E PIRETROIDI

1) riduzione della deriva del 90% per le aree trattate confinanti con i corpi idrici rilevanti. (Fonte: Confagricoltura Milano)

Categorie
Tecnica
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI