DELTA AD ALTA QUALITA’?

FacebookLinkedinTwitterWhatsAppPrintEmail La piovosità ha depresso la resa, ma la qualità è buona: lo afferma il ferrarese Massimo Piva intervistato dal Resto del Carlino. Il suo è uno dei rari...

industria14La piovosità ha depresso la resa, ma la qualità è buona: lo afferma il ferrarese Massimo Piva intervistato dal Resto del Carlino. Il suo è uno dei rari giudizi positivi in questo momento del raccolto: partiti in ritardo, i risicoltori sono guardinghi. Non Piva: «In questi giorni abbiamo oltrepassato la metà della campagna risicola spiega Massimo Piva, risicoltore di Jolanda di Savoia, nel Ferrarese e siamo a circa il 60% del raccolto, in una annata in cui c’è stato un aumento delle superfici investite di circa il 10% rispetto allo scorso anno». A livello qualitativo la qualità sembra essere ottima con rese alla lavorazione industriale che sono arrivate a 70, rispetto a una media territoriale di 58-60. «Su 100 chilogrammi lavorati, 70 sono vendibili afferma Piva ed è una cifra veramente da record. Sono state favorite le varietà precoci del gruppo Baldo come il Cammeo perché sono riuscite a maturare in tempo, nonostante l’estate piovosa e caratterizzata da scarsa irradiazione solare». A livello produttivo, a circa metà campagna, i dati sono tuttavia ancora contrastanti e incompleti. «A livello generale si può dire che le varietà precoci stanno avendo delle buone performance produttive perché sono stati seminati nel giusto periodo ed hanno completato il ciclo colturale consentendo una raccolta nel periodo giusto. Varietà tardive come il Carnaroli Karnak, il Volano e l’Ulisse, invece, hanno sofferto di più e molte sono ancora in campo: quelle seminate tardi si raccoglieranno probabilmente a novembre inoltrato con immaginabili difficoltà». Le temperature basse e la scarsa irradiazione solare nel periodo della spigazione e fioritura, infatti, hanno rallentato il ciclo produttivo e causato ritardi di maturazione. «Questo ha comportato una raccolta con un’alta umidità che ha fatto lievitare i costi di essicazione spiega Piva – anche per un clima esterno generalmente umido». (25.10.14)

Categorie
Risicoltura
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI