COSI’ NASCE UNA FIERA IN CAMPO

Parlano i ragazzi dell'Anga che stanno costruendo l'esposizione agricola alle porte di Vercelli

Anga_logo2Ritrovarsi un anno dopo. Stringersi la mano davanti alla mietitrebbia. Ascoltare le ultime novità tecniche dalla viva voce di chi le realizza. Sbirciare nel futuro della risicoltura, con i piedi ben piantati nel presente del mercato. Anche al tempo di internet la Fiera in Campo® non passa di moda e va vissuta, come dicono i ragazzi che la organizzano, con la mente aperta: “Scoprila, Ascoltala, VIVILA!” è lo slogan scelto dall’Anga quest’anno, che ricorre la trentanovesima edizione della kermesse tutto riso di Vercelli. In verità la fiera si farà, come avviene da anni, a Caresanablot, che è alle porte del capoluogo eusebiano, nelle giornate di Sabato 27 e Domenica 28 Febbraio ( inaugurazione 26, giorno del convegno tecnico). Location: il centro fieristico “VercelliFiere”. Espositori: 130. Metri quadri di spazi espositivi: 15000. Ettari per le prove in campo: 40. Per sapere come raggiungerla clicca QUI.

Un appuntamento imperdibile per migliaia di risicoltori – e non solo – ma anche un bell’impegno per i ragazzi dell’Anga di Vercelli e Biella, cui spetta l’onere e l’onore di costruire da zero la Fiera. Già, ma come nasce concretamente una manifestazione come questa? L’abbiamo chiesto a Giovanni Coppo (presidente Anga Vercelli-Biella), Riccardo Deambrogio, Luigi Saviolo e Umberto Guglielmotti: alcuni dei giovani che faranno l’impresa, appunto. «Siamo in 25 giovani dell’Anga,– ci raccontano, incontrandoci nel centro fieristico – e in due settimane dovremo montare gli stand, predisporre gli spazi, affiggere striscioni e manifesti… insomma dare vita alla 39esima Fiera in Campo®».

Il centro fiere oggi è vuoto e spettrale. Fa freddo. L’umidità ti entra nelle ossa. Eppure i quattro ragazzi Anga sono euforici: «Scriviamo una piccola pagina di storia dell’agricoltura vercellese, piemontese e italiana, perché la Fiera è unica nel suo genere e sopravvive a tutte le crisi di settore. Quando c’è questa consapevolezza, la fatica non si sente» spiegano.

Questi ragazzi sono tutti risicoltori. I loro genitori li portavano in Fiera da piccoli, ad ammirare le nuove macchine agricole, fiammanti nel loro verde, nel loro rosso… e loro hanno imparato subito che ad ogni colore corrisponde una tradizione, un’ingegneria, persino una tifoseria non meno calorosa di quella calcistica. Juve o Inter poco importa: ci metti poco a capire che qui il mondo si divide in deutzisti e fordisti, johndeeristi e newhollandisti….

Per questi ragazzi la Fiera in Campo® è una specie di esame di Stato: «Venivo da piccolo e mi sembrava tutto così immenso, tutto così importante, mi sembrava -spiegano – di entrare finalmente nel mondo di papà, del nonno. Venire alla Fiera era una specie di promessa che sarei diventato grande e avrei guidato io il trattore». Anche quest’anno arriveranno migliaia di famiglie di risicoltori in visita e ci saranno molti bambini che guarderanno la fiera con gli stessi occhi di Giovanni e di Riccardo, di Luigi e di Umberto. Tutte le informazioni sulla Fiera in Campo sono QUI. (14.02.2016)

Categorie
Risicoltura
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI