CENTINAIO MINISTRO DELL’AGRICOLTURA

Il politico pavese indicato per via XX Settembre. Ma lui cita scaramanticamente Boskov

«Io sono uno scaramantico e come diceva Boskov partita è finita quando arbitro fischia» ha detto la sera del 31 maggio, uscendo dalla Camera, il capogruppo al Senato della Lega, Gian Marco Centinaio, a chi gli chiedeva se ormai era fatta per il governo. Pochi minuti dopo, le agenzie di stampa annunciavano che il politico pavese sarebbe stato il ministro dell’agricoltura del governo Conte. Ancora qualche minuto, ed era lo stesso Conte, leggendo la lista dei ministri al Quirinale, a fare il nome del politico pavese per via XX Settembre. Leghista della prima ora, classe 1971, un figlio e una Harley Davidson, è laureato in Scienze Politiche, è stato eletto in Comune a Pavia nel 2009, poi è stato vicesindaco e assessore alla cultura e al marketing territoriale. Esperto di turismo, eletto al Senato nel 2013 riconfermato il 4 marzo, è un fedelissimo di Salvini. Il 21 maggio, ipotizzando l’incarico a Centinaio, gli scrivevamo questa lettera, alla quale lui, gentilmente e riservatamente, ha risposto. (AVVISO: SAI COME DISERBARE QUEST’ANNO?)

Categorie
Risicoltura
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI