Ricerca Avanzata





Data inizio:

Data fine:

CALA L’EXPORT DEL BASMATI

da | 29 Lug 2021 | Internazionale

Le esportazioni totali di riso da gennaio a maggio in Pakistan 2021 ammontano a 3.865.0000 tonnellate  (900.000 tonnellate di basmati + Balance Wrlg) contro 4.100.000 tonnellate dello stesso periodo di un anno fa, secondo quanto riportato da The Rice di Gaotrade, disponibile online.

L’esportazione di riso standard Wrlg (base lavorata) nel mese di maggio è stata inferiore di circa il 50% rispetto allo stesso mese dello scorso anno, a 135.000 tonnellate.

Stessa situazione per le esportazioni di basmati, le esportazioni di maggio sono state inferiori del 35% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso) a 330.000 tonnellate.

L’Africa è stata la destinazione principale nella campagna 2020 -21 per il riso Wrlg e la rottura di rizo, non lontano dal traguardo delle 440.000 tonnellate, pari al 54% dello stesso periodo dello scorso anno,  probabilmente a causa dell’aumento dei prezzio dei noli dei container. (Il mercato principale era il Kenya e il Mozambico, i paesi più vicini al porto del Pakistan).

La Cina è stata infatti il principale acquirente di alta qualità Wrlg Sortex 5% nel periodo gennaio-maggio con il 22% della quota di mercato. Anche il 74% del totale 100 % di riso spezzato è stato acquistato dalla Cina nei primi 5 mesi del 2021. Nell’esportazione di riso Basmati ( gennaio-maggio 2021 ) la destinazione principale è stata l’Unione Europea con circa il 35% del volume totale.

La previsione di produzione di riso 2021/22 (novembre-ottobre) è invariata a 8,2 milioni di tonnellate. Il raccolto viene seminato in maggio e giugno e raccolto in ottobre e novembre.

Le esportazioni previste per il 2020/21 sono invariate a 4,0 milioni di tonnellate. Finora sono state esportate circa 2,1 milioni di tonnellate durante i primi sei mesi della campagna in corso, soprattutto varietà non-basmati.

Esportazioni di basmati in calo

Nonostante gli sforzi del governo, il volume delle esportazioni di basmati non è aumentato quest’anno, a causa della forte concorrenza dell’India, che commercializza meglio il suo prodotto a livello globale, e dei più alti tassi di consumo interno del riso basmati pakistano.

La Cina sta emergendo come un nuovo mercato per le varietà di riso pakistano non basmati. Altre importanti destinazioni di esportazione sono l’Africa orientale, la regione del Golfo e l’Unione Europea

Anche la Russia permette l’importazione di riso pakistano, dopo che ne aveva vietato l’acquisto nel maggio 2019, a seguito del rinvenimento di esemplari di scarabeo Khapra in una partita di riso pakistano.

Il Pakistan esportava annualmente in Russia circa 35.000 tonnellate di riso, per un valore di 40 milioni di dollari. Il governo russo ha approvato l’importazione di riso da quattro stabilimenti pakistani situati a Karachi, Lahore e Chiniot.

Per l’annata agricola 2020-2021, le previsioni indicano che la quantità di riso esportata dovrebbe essere equivalente al 2019/2020, quando aveva raggiunto i 3.190.000 tonnellate di non-basmati più 960.000 di basmati.

La Myanmar Port Authority (Mpa) ha riferito che le navi in arrivo e la movimentazione dei carichi hanno ripreso da maggio, e fino a venti navi container sono entrate in servizio a giugno. Il confine con la Cina (Muse) rimane ancora vicino.