NIENTE ANTICIPO PAC IN PIEMONTE

La Regione risponde a Risoitaliano ed è una doccia gelata per i risicoltori (e non solo)

E’ colpa del centrosinistra se gli agricoltori piemontesi non prenderanno l’anticipo Pac. L’assessore all’agricoltura della Regione Piemonte non ci risponde esattamente così, ma è così che tutti capiranno il messaggio di Marco Protopapa (nella foto), che, dopo la vittoria del centrodestra, ha sostituito Giorgio Ferrero sulla poltrona più importante per i risicoltori. Quella da cui dipende, ad esempio, l’anticipo della Pac, atteso per luglio. «Quest’anno non sarà erogato perché nei mesi scorsi non è stata avviata la procedura necessaria. La nuova Giunta è insediata dal primo luglio e parliamo di una procedura che andava avviata in febbraio, come ha fatto la Lombardia. Valuteremo come erogare l’anticipo Pac il prossimo anno, non possiamo fare altro» ci risponde il portavoce dell’Assessore, interpellato perché molti risicoltori piemontesi ci hanno chiesto lumi sul futuro dell’anticipo Pac in Piemonte, dato che la Lombardia ha avviato l’erogazione, come abbiamo scritto (leggi l’articolo). Piemontesi, invece, a bocca asciutta. Si prevede una grandinata di polemiche. Autore: Paolo Viana

Categorie
Uncategorized
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI