MENO ACQUA E METANO, MA STESSA RESA

In Asia si studiano soluzioni di mitigazione dell'impatto ambientale della risicoltura

I paesi risicoli dell’Asia si stanno orientando verso lo sviluppo e l’attuazione di programmi di mitigazione concreti per ridurre l’impronta ambientale del settore del riso. In Vietnam si punta ad applicare una delle nuove tecnologie sviluppate da Irri, l’Istituto di ricerca internazionale sul riso con base nelle Filippine (International Rice Research Institute) su mezzo milione di ettari entro il 2030.

Nonostante alcune battute d’arresto, gli accordi globali sul clima continuano trovare sostegno in un numero crescente di nazioni, che aderiscono ufficialmente all’accordo di Parigi. Tuttavia, anche se molti paesi si stanno muovendo verso l’attuazione di programmi di mitigazione concreti, c’è una chiara sottorappresentazione del settore agricolo, in particolare nei paesi risicoli asiatici. Un possibile meccanismo per raggiungere l’obiettivo nell’attuazione delle tecnologie di mitigazione è l’impiego di azioni nazionali adeguate (Nationally Appropriate Mitigation Actions, Nama): si tratta di uno degli obiettivi concordati dal piano d’azione di Bali concluso nella Conferenza a Doha, nel Qatar, nel 2012.

Globalmente, l’agricoltura contribuisce al 10-12% delle emissioni di gas serra. E le emissioni sono più alte si verificano nella maggior parte dei paesi dell’Asia sudorientale proprio in conseguenza della produzione di riso. Sebbene i cambiamenti climatici influenzino la produzione risicola, la coltura a sua volta potrebbe svolgere un ruolo importante nella riduzione del riscaldamento globaleL’Irri sta attualmente sviluppando un prototipo di Nama per il settore risicolo tailandese in collaborazione con il Dipartimento tailandese del riso, la Deutsche Gesellschaft für Internationale Zusammenarbeit (La Società tedesca per la cooperazione internazionale, Giz), la Piattaforma per il riso sostenibile (Srp) e altri partner del settore pubblico e privato. Questo consorzio è stato selezionato dal Nama Facility per sviluppare una proposta completa per il finanziamento di una fase dettagliata di preparazione (Detailed Preparation Phase, Dpp). In questo ambito, i compiti di Irri comprendono la valutazione delle riduzioni di emissioni di gas serra in diversi scenari di mitigazione e di supporto tecnico per migliorare l’impiego della tecnologia che prevede fasi alterne di bagnatura e coltura in asciutta (Alternative wetting and drying, Awd), in combinazione con la livellazione laser del terreno e altre opzioni di gestione dei raccolti.

Il progetto Irri sulle opzioni di mitigazione per ridurre le emissioni di metano nel risone fornisce un supporto tecnico e una guida ai responsabili politici in Vietnam e in Bangladesh per il miglioramento delle delle tecnologie di mitigazione dei gas serra.  La tecnologia Awd, sviluppata da Irri e dai suoi partner, affronta i due problemi di adattamento e mitigazione attraverso una gestione efficiente delle risorse idriche. Permette agli agricoltori di risparmiare fino al 30% sull’acqua di irrigazione e riduce le emissioni di metano del 30-70% senza perdite di resa. Questo approccio di risparmio idrico è stato anche inserito nello standard della Piattaforma per il riso sostenibile, progettata per garantire la sostenibilità dei sistemi di produzione di riso. Paesi produttori come il Bangladesh e il Vietnam stanno lavorando su questi progetti con i rispettivi ministeri dell’agricoltura. In Vietnam, la tecnologia Awd è considerata tra gli elementi chiave per la mitigazione delle emissioni di gas a effetto serra; pertanto, l’obiettivo di un’adozione diffusa su mezzo milione di ettari di riso entro il 2030 è sostenuto dal piano di attuazione del Consiglio nazionale per lo sviluppo. Irri offrirà una formazione sulle varie tecnologie di mitigazione dei gas serra e sulle pratiche nella produzione di riso in Asia allo scopo di formare un gruppo di esperti in materia di mitigazione dei cambiamenti climatici.

Categorie
Internazionale
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI