IL RISO CHE HA CAMBIATO IL MONDO

L'Irri celebra la varietà ibrida ad alto rendimento che è nato dalla collaborazione con l'India

Rice_IRRI_Image_01Il Consiglio indiano di ricerca agricola (Icar) e l’International Rice Research Institute (Irri) di Manila hanno celebrato lunedì 21 novembre a Nuova Dehli, in India, il cinquantesimo anniversario della diffusione internazionale del IR8, la prima varietà di riso ad alto rendimento nel mondo. L’evento ha visto la partecipazione di Shri Sudarshan Bhagat, ministro indiano dell’agricoltura e del professor Swaminathan e dei principali esponenti del settore agricolo in India. «La nostra speranza – ha affermato il ministro – è che questo anniversario serva a commemorare un grande momento nella storia dell’India e a consentire a Icar, in collaborazione con IRRI, di innescare una collaborazione su come realizzare la strategia per raddoppiare il reddito degli agricoltori e sul ruolo del settore risicolonella costruzione del futuro dell’India». 
L’evento, «Il riso che ha cambiato il mondo», ha proposto anche una tavola rotonda sul futuro del settore risicolo indiano moderato dal giornalista Gargi Parsai. «Le tecnologie devono essere rese accessibili e disponibili per gli agricoltori e devono essere in grado di affrontare specificamente i vari elementi della catena del valore della produzione del riso», ha dichiarato Abhay Gandhe del Trust Fondazione Tata durante la tavola rotonda. LSmita Bhatnagar, dell’Associazione delle imprenditrici al femminile, ha aggiunto che la ricerca deve essere inclusiva e coinvolgere gli agricoltori, specialmente le donne, nel processo.
Premiato il M.S. Swaminathan, ex direttore generale Irri, che ha ricordato come IR8 sia stato sviluppato con la collaborazione di scienziati e agricoltori, e come gli agricoltori indiani abbiano contribuito al successo delle tecnologie risicole. Lo sviluppo di IR8 è iniziato grazie ad un rapporto di collaborazione tra IRRI e India, oltre che con i governi di altre nazioni asiatiche risicole. IR8 fu presto seguito da altre varietà ad alto rendimento con accresciuto vigore, una migliore resistenza a parassiti e malattie, una migliore qualità del granello, e una migliore capacità di adattamento delle colture.
La storia di IR8 e delle successive varietà della rivoluzione verde ha dimostrato come gli sforzi congiunti di innovazione scientifica possano migliorare la vita. «IR8 – ha spiegato Trilochan Mohapatra, direttore generale di Icar – è stato ampiamente utilizzato nello sviluppo delle successive varietà di riso. Dobbiamo prendere ciò che abbiamo imparato dalla nostra collaborazione con Irri e utilizzarlo per il nostro paese per costruire una strategia risicola in modo che possiamo ottenere di più di quello che avevamo in precedenza».
«La crescita futura del settore mondiale del  riso non sarà solo un viaggio di tecnologia, ma anche un percorso di umanità e di partnership – ha affermato Matthew Morell, direttore generale di Irri – La scarsità di tempo e risorse significa che la nostra scienza deve essere multidisciplinare. Le nostre collaborazioni devono portare i paesi di coltivazione del riso, così come i diversi settori della catena del valore, a unirsi al fine di promuovere la ricerca  e ottenere un cambiamento della politica». Leggi l’articolo originale.

Categorie
Internazionale
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI