I TEMPI DELLA REGIONE E QUELLI DELLA RISAIA

Il Pirellone si concede una nuova proroga ma gli agricoltori non possono più aspettare

regionelombLa Regione Lombardia, con Decreto 6799 pubblicato sul BURL n.29 del 19  luglio, si concede l’ennesima proroga per il completamento delle istruttorie e la pubblicazione delle graduatorie delle domande ammesse a contributo per una misura del PSR 2014-20. Questa volta la proroga riguarda l’operazione 13.1.01 («Sostegno agli agricoltori e alle associazioni di agricoltori che partecipano per la prima volta ai regimi di qualità»). Il calendario originaro prevedeva i termini del 30 luglio per il completamento delle istruttorie, del 30 settembre per  la pubblicazione degli esiti e delle domande ammesse e del 28 febbraio  2017 per la richiesta di pagamento degli interventi attuati da parte del beneficiario. Ora Regione Lombardia proroga al 30 settembre i  termini per la chiusura delle istruttorie, al 31 ottobre quelli per la pubblicazione degli esiti e delle domande ammesse, ma lascia invariato al 28 febbraio 2017 il termine per la richiesta di pagamento da parte del beneficiario. Quella della proroga dei termini di chiusura delle istruttorie e della pubblicazione dell’ elenco delle domande ammesse sta diventando una prassi sistematica per Regione Lombardia. Si è  iniziato con la proroga dei termini per il primo bando dell’operazione 4.1.01 (investimenti materiali) slittati teoricamente dal 15  marzo al 29 aprile (ma di fatto al 5 maggio, data di effettiva chiusura degli elenchi) ; si è proseguito con l’ operazione 8.1.01 (forestazione),i cui termini sono scivolati dal 31 maggio all’ 11 luglio; in seguito  sono slittati al 4 luglio al 6 ottobre i termini per la pubblicazione  delle domande ammesse per l’ op. 16.2.01 (progetti pilota ed  innovazione), per arrivare ora alla proroga della 3.1.01. Purtroppo gli interventi, le operazioni e gli investimenti richiesti da queste  misure sono spesso strettamente correlati ai tempi dell’agricoltura, a ritmi naturali ed a cicli biologici ben definiti, che si ostinano a non volersi adattare ai tempi della burocrazia. Per questo molti imprenditori, operatori e tecnici si trovano di fronte al dilemma se avviare opere, interventi ed investimenti “al buio” correndo il rischio di non essere finanziati, oppure attendere i tempi di lavoro della Regione, correndo il rischio di “perdere l’ anno”. Comprensibile che, nelle campagne lombarde, crescano perplessità ed inquietudini verso la burocrazia regionale.

Categorie
Norme e tributi
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI