CONTRORDINE UE: I DAZI RESTANO A 30 EURO

Revisionata la situazione di mercato, doccia fredda per la risicoltura europea
eu-flagI dazi sul semigreggio non si muovono: lo annuncia l’Ente Risi, precisando che la Commissione europea ha revisionato la situazione di mercato elaborata in occasione del Comitato di Gestione del 25 agosto 2016. La Commissione si è accorta che la soglia delle 382.226 tonnellate di importazione di riso semigreggio (escluso il basmati), oltre la quale scatterebbe un livello di dazio di €42,5 a partire da settembre, in realtà non è stata ancora superata e quindi ha corretto la situazione di mercato, specificando che il dazio sul riso semigreggio potrebbe cambiare. Considerati i dati di importazione attuali (353.491 t), è quasi certo che il dazio sul riso semigreggio rimarrà a €30 alla tonnellata. Non è una buona notizia: come abbiamo scritto l’aggiornamento dei dazi, che doveva essere confermato dopo il 31 agosto, a conclusione dell’anno agricolo in corso, avrebbe recepito il boom di licenze per l’importazione.
Categorie
Internazionale
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI