Ricerca Avanzata





Data inizio:

Data fine:

COMMERCIO BLOCCATO IN MYANMAR

da | 30 Lug 2021 | Internazionale

I prezzi interni del riso in Myanmar sono aumentati a maggio a causa del deprezzamento della valuta locale, il kyat rispetto al dollaro statunitense, ma anche per le difficoltà di trasporto, di una prevista minore produzione del secondo raccolto e degli acquisti attivi da parte degli esportatori per esportare riso in Bangladesh, come riporta il rapporto online The Rice edito da Gaotrade.

I prezzi interni del riso sono stati fermi a giugno, tuttavia, a causa di un rallentamento dell’attività di esportazione del riso e di una domanda interna inattiva. La chiusura dei principali valichi di frontiera da parte della Cina ha significativamente interrotto il commercio frontaliero. Inoltre, i prezzi del carburante, dei fertilizzanti e dei prodotti chimici sono aumentati, facendo salire i costi di produzione per gli agricoltori.

La scarsità di denaro, le interruzioni dei servizi bancari e i prezzi elevati probabilmente limiteranno la quantità di fertilizzanti e di altri fattori produttivi che gli agricoltori possono utilizzare; questo potrebbe danneggiare la resa finale in campo.

Molte linee di navigazione, tuttavia, non sono ancora state riattivate dopo aver subito varie interruzioni da febbraio, e questo sta causando problemi per le spedizioni in entrata e in uscita a causa della carenza di container. Alcuni importatori possono emettere nuovi ordini anche se questo problema continua a persistere.

Container insufficienti per il riso del Myanmar

C’è un arretrato di prodotti in attesa di essere esportati (per esempio, frutti di mare, riso e verdure congelate) poiché il numero di container in arrivo è insufficiente per soddisfare il gran numero di prodotti in attesa di essere esportati.

Maersk Line Myanmar (Sealand Maersk) ha varato tre nuove navi container più grandi, vale a dire Maersk Norberg, Maersk Narvik e Maersk Nesna, per ridurre l’arretrato di prodotti in attesa di essere esportati. La cerimonia di lancio di queste navi si è tenuta il 10 giugno , presso il Myanmar Industrial Port (Mip), anche se Maersk Norberg aveva già iniziato la sua attività in precedenza.

L’aggiunta di queste navi portacontainer dovrebbe ridurre il tasso di nolo, poiché i prodotti in attesa di essere esportati non dovranno più rimanere in magazzino molto a lungo.

L’Autorità Portuale di Myanmar ha riferito che le navi in arrivo e la movimentazione del carico sono aumentate da maggio, e fino a 40 navi container sarebbero entrate in servizio da giugno. La chiusura diffusa delle banche continua a complicare il pagamento di tariffe, tasse e imposte.