CAMPOLIBERO FA CREDITO

FacebookLinkedinTwitterWhatsAppPrintEmailIl Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali rende noto che sono stati pubblicati il 27 febbraio sulla Gazzetta Ufficiale i decreti interministeriali relativi al credito d’imposta per l’e-commerce...

martina1Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali rende noto che sono stati pubblicati il 27 febbraio sulla Gazzetta Ufficiale i decreti interministeriali relativi al credito d’imposta per l’e-commerce di prodotti agroalimentari, della pesca e dell’acquacoltura e per le nuove reti d’impresa di produzione alimentare. Diventano operativi due importanti strumenti di innovazione d’impresa, attuativi del provvedimento “Campolibero”, per la concessione di credito d’imposta al 40% per investimenti fino 50 mila euro per l’avvio e lo sviluppo del commercio elettronico, e fino a 400 mila euro per gli investimenti compresi per la costituzione delle reti d’impresa e per l’innovazione. “Sosteniamo con strumenti concreti – ha dichiarato il Ministro Martina – la competitività del settore favorendo l’aggregazione e l’innovazione tecnologica delle imprese agricole, agroalimentari, della pesca e dell’acquacoltura che partecipano a contratti di rete per lavorare sul tema cruciale dell’organizzazione. Allo stesso tempo guardiamo anche ai giovani, con un credito d’imposta per l’e-commerce che vuole spingere le aziende a sfruttare meglio il potenziale della Rete. Il 2015 può essere un anno di rilancio per il mondo agroalimentare italiano e il Governo è pronto a fare la sua parte al fianco delle imprese. Anche per questo stiamo accelerando nell’attuazione del piano Campolibero, semplificando la vita a migliaia di aziende e favorendo la nascita di nuovi progetti, perché investire in questo settore significa coltivare futuro”. Scarica il testo del decreto QUI, (01.03.15)

Categorie
Norme e tributi
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI