Ricerca Avanzata





Data inizio:

Data fine:

BOLLETTINO NITRATI IN LOMBARDIA

da | 7 Nov 2016 | Norme e tributi

regionelombTorniamo sull’argomento dei nitrati, sollevato dall’Ordine degli Agronomi della Provincia di Milano, per ricordare che a partire dal 31 ottobre 2016, con l’attuazione del decreto n. 10607 del 25 ottobre 2016, il Bollettino Nitrati regola in modo vincolante i divieti temporali di distribuzione di letami, liquami e materiali assimilati, fanghi, acque reflue e altri fertilizzanti organici e azotati nei mesi di novembre e febbraio, su tutto il territorio della Lombardia. Resterà invece in vigore il blocco continuativo dal 1 dicembre 2016 al 31 gennaio 2017 compresi.

Le principali novità per la Lombardia – avverte Confagricoltura Pavia – sono: dei 90 giorni di blocco delle distribuzioni, 62 saranno continuativi dal 1 dicembre a 31 gennaio compresi, mentre nei restanti mesi di novembre e di febbraio, i divieti saranno definiti in funzione dell’andamento meteorologico e delle necessità agronomiche e gestionali; il territorio della Lombardia è stato suddiviso in 6 Zone Pedoclimatiche omogenee: le province di Pavia, Milano e Lodi sono nella Zona 4 – Pianura occidentale.

Il Bollettino Nitrati riporta indicazioni vincolanti in termini di divieto/non divieto di distribuzione, con frequenza bisettimanale: una al lunedì, con validità per le giornate di martedì, mercoledì e giovedì, e una al giovedì con validità per le giornate di venerdì, sabato, domenica e lunedì.

E’ tenuto a rispettare il Bollettino Nitrati chi distribuisce letami, liquami e materiali ad essi assimilati, fanghi, acque reflue e altri fertilizzanti organici e azotati di cui al cap. 3-b del Programma d’Azione per le Zone Vulnerabili da Nitrati e delle Linee Guida per le Zone non Vulnerabili da Nitrati.

Per le aziende aderenti alla Deroga Nitrati 2016 – 2019, il divieto di distribuzione è continuativo dal 1 novembre al 31 di gennaio e perdura nel mese di febbraio fino alla data di raggiungimento dell’ultimo giorno di divieto definito per la zona pedoclimatica di appartenenza.

Restano esclusi dalle disposizioni del bollettino: le deiezioni degli avicunicoli essiccate con processo rapido a tenori di sostanza secca superiore al 65%; il letame bovino, bufalino, ovicaprino ed equino quando impiegato su pascoli e prati permanenti o avvicendati, per i quali permane il divieto dal 15 dicembre al 15 gennaio. Resta il divieto di utilizzazione agronomica dei fertilizzanti sui terreni gelati, innevati, con falda acquifera affiorante, con frane in atto e su terreni saturi d’acqua, nei giorni di pioggia e nei giorni immediatamente successivi, al fine di evitare il costipamento del terreno e la percolazione di sostanze nocive in falda. E’ possibile ricevere il Bollettino Nitrati direttamente tramite e-mail, iscrivendosi alla voce “Newsletter Bollettino Nitrati” sul sito web di ERSAF. Clicca QUI.