PROROGA PER I REDDITI D’IMPRESA

Il versamento può essere effettuato entro il 21 agosto con maggiorazione dello 0,40%

Con il DPCM del 20 luglio scorso, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 169 del 21 luglio 2017, è stato prorogato ufficialmente il termine per il versamento delle imposte risultanti dal modello Redditi 2017 (IRPEF ed IRES). Rispetto agli anni precedenti, la proroga è concessa ai soli soggetti titolari di reddito d’impresa. I versamenti possono essere quindi effettuati entro il 20.7.2017 senza alcuna maggiorazione; dal 21.7 al 21.8.2017 con la maggiorazione dello 0,40%. Rimane fissato al 31.7.2017 (con la maggiorazione dello 0,40%), il termine di versamento per i contribuenti non titolari di reddito d’impresa (produttori agricoli che determinano il reddito agrario ex art. 32 del Tuir, privati, lavoratori autonomi). La proroga interessa anche le imprese individuali e le società semplici che determinano il reddito in base alle regole stabilite dall’art. 56 bis del Tuir, e che svolgono, quindi, le attività di prestazioni di servizi, di produzione di beni esclusi dal D.M. 13 febbraio 2015 o di produzione di vegetali svolte su più piani, ovvero le attività di allevamento intensivo, nonché attività di agriturismo, e di produzione di energia elettrica eccedente la franchigia. Tutte le attività sopra richiamate non rientrano nel reddito agrario, poiché il reddito è qualificato come reddito d’impresa anche se determinato con criteri forfettari. Al pari, sono interessate dalla proroga tutte le società (soc. di persone, soc. di capitali e coop.), che, avendo optato per la tassazione del reddito su base catastale, ex art. 1, co. 1093 della L. 296/06, pur svolgendo attività di coltivazione del fondo, rientrano nell’ambito del reddito d’impresa, ex art. 55 del Tuir. Nel DPCM non si accenna alla proroga per i versamenti derivanti dalla dichiarazione IRAP e, diversamente dagli anni precedenti, non si ricomprendono nemmeno i versamenti dei contributi previdenziali e degli altri tributi collegati alla scadenza del versamento delle imposte sui redditi, compreso il saldo Iva 2016, (per chi ha procrastinato il pagamento, entro i termini per versare le imposte sui redditi).

Categorie
Norme e tributi
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

CORRELATI