LA RIFORMA DEL BIO VA AVANTI

Nessuna decisione dei ministri europei e presa di posizione del Copa Cogeca: evitiamo troppa burocrazia

Il ministri dell’agricoltura dell’Ue hanno deciso ieri di continuare i colloqui sul riesame dell’agricoltura biologica europea: in Consiglio agricolo non è passata la normativa comune sui limiti europei per la contaminazione accidentale da pesticidi non autorizzati e sulla possibilità di ottenere la certificazione per alcuni tipi di coltivazione in serra. Attualmente rimangono poco più di 15 giorni, fino alla scadenza della presidenza maltese, per trovare l’accordo, e la federazione europea dei sindacati agricoli e delle cooperative agricole Copa e Cogeca ha delineato i punti fondamentali per avviare un processo di riforma gradito al settore agricolo. Il presidente del gruppo di lavoro sull’agricoltura biologica di Copa e Cogeca, Kees Van Zelderen, ha dichiarato: «Per arrivare a questo risultato, occorre tenere presenti numerosi elementi chiave: in particolare, non si dovrebbe ancora stabilire un livello di declassificazione europeo armonizzato perché, in prima battuta, è necessario partire da dati chiari sui livelli e sui volumi della contaminazione accidentale dei semi e dei relativi costi preliminari, tra le altre condizioni. Anche gli Stati membri devono cominciare ad armonizzare i propri organi di controllo, senza creare eccessiva burocrazia che pesa poi sugli operatori». Ha aggiunto: «Invece di fissare una scadenza di 15 anni per porre fine alle deroghe all’uso di semi non biologici e all’allevamento di animali non biologici, riteniamo che la decisione di porre fine alle deroghe dovrebbe basarsi sulle informazioni condivise riguardo alle modalità con cui questo settore si sta sviluppando all’interno dell’UE. Parallelamente, tutti gli operatori del settore biologico dovrebbero lavorare insieme per fornire al mercato sufficienti sementi e animali biologici per l’allevamento. Infine, è necessario mantenere controlli annuali al fine di mantenere un contatto regolare tra gli organismi di certificazione e gli operatori allo scopo di proteggere la fiducia dei consumatori». La dichiarazione è giunta dopo che i ministri hanno concordato di continuare i colloqui sul riesame con gli ultimi colloqui di trilogo tra il Consiglio, il Parlamento e la Commissione, probabilmente alla fine del mese, per ottenere un accordo in seno alla presidenza maltese che dovrebbe essere approvato dai ministri a luglio, sotto la presidenza estone.

Categorie
Internazionale
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI