CHEF STELLATI CON L’ENTE RISI

I principi dei fornelli sottolineano l'importanza della battaglia legale vinta dall'Ente sul Carnaroli

Parata di chef stellati per il Carnaroli: sul prossimo numero de Il Risicoltore, cinque principi dei fornelli ringrazieranno pubblicamente l’Ente Risi per aver sventato lo scippo del nome della varietà di riso più famosa, che un privato ha tentato invano di registrare a livello europeo, facendone un marchio commerciale (leggi l’articolo). Christian Costardi dichiara che «E’ impossibile fare a meno della varietà Carnaroli» e riguardo al privato che rivendicava la registrazione del nome Carnaroli, osserva che «ci sarebbe stato un momento di grande confusione, un vero e proprio “terremoto” all’interno del disciplinare del riso che avrebbe richiesto di rifare a ritroso il cammino fatto con la varietà Carnaroli selezionando un riso altrettanto importante per qualità e nome». Martina Caruso, chef del Signum di Salina dichiara di condividere la battaglia legale dell’Ente Risi e ossrva che il Carnaroli «è fondamentale per la mia cucina nel caso debba cucinare un risotto o gli arancini». Mariangela Susigan della Gardenia di Caluso sostiene che è stata tutelata la libertà dei cuochi mentre Luisa Valazza, del Sorriso di Soriso, sottolinea: «Ci sarebbe mancato altro che ad essere danneggiate, in un momento già così difficile per la collocazione del riso italiano, fossero state le piccole e medie aziende italiane che producono un riso di eccellenza». Per il titolare della Torre del Saracino Gennaro Esposito «la battaglia portata avanti dall’Ente Nazionale Risi in difesa della varietà Carnaroli è stata non solo dovuta ma imprescindibile per la sopravvivenza delle piccole e medie aziende risicole di qualità italiane».

Categorie
Non solo riso
Avvertenza importante
ATTENZIONE! Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si raccomanda inoltre di porre la dovuta attenzione alle frasi ed ai simboli di pericolo che figurano nell'etichetta ministeriale. Prima di utilizzare qualunque tipo di prodotto, accertatevi che sia autorizzato all'uso nel vostro Paese e ricordate che l'unico responsabile del corretto uso dei prodotti e servizi è l'utilizzatore finale, che è tenuto ad attenersi alle indicazioni d'uso riportate sui prodotti e servizi stessi. Le informazioni riportate su questo sito in relazione a qualsiasi prodotto o servizio hanno puramente valore divulgativo e non rappresentano in alcun modo un invito all'acquisto.

ARTICOLI CORRELATI